COME CALCOLARE IL RITORNO ECONOMICO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

I TRE ERRORI DA EVITARE ASSOLUTAMENTE QUANDO VUOI FARE UN INTERVENTO DI EFFICIENZA ENERGETICA PER LA TUA CASA!
26 aprile 2017
I CINQUE SEGRETI CHE ASSOLUTAMENTE DEVI CONOSCERE PRIMA DI INSTALLARE UNA POMPA DI CALORE
7 giugno 2017
 

R itorno economico di un impianto fotovoltaico: Da cosa dipende?

Iniziamo col dire che non è stato mai così conveniente fare un impianto fotovoltaico considerando il costante calo dei prezzi degli ultimi anni e le detrazioni fiscali ad esso associate.

In ogni caso ci sono essenzialmente 3 fattori che incidono maggiormente sul tempo di rientro dell’investimento e sono:

  • Produzione dell’impianto
  • Utilizzo o meno di finanziamenti
  • Manutenzione e monitoraggio
  • Produzione dell'impianto

     

    Manco a dirlo: quanto più l’impianto produce tanto più il rientro dell’investimento è breve.

    Gli aspetti che più incidono sulla produzione di un impianto fotovoltaico sono:

  • UBICAZIONE GEOGRAFICA: 1 kW installato al nord in una situazione ideale (sud e inclinazione 30°) produrrà in un anno 1.150 KWh, 1 kW installato in Abruzzo nelle stesse condizioni 1300KWh contro i 1.440 KWh di 1 kW installato a Palermo.

  • ESPOSIZIONE E INCLINAZIONE: chiaramente l’esposizione a SUD è quella ottimale ma danno buoni risultati anche le esposizioni a EST o OVEST: tra un’esposizione SUD e una EST o OVEST possono esserci differenze che non vanno oltre il 10%. Per quanto riguarda l’inclinazione invece quella ottimale è di 30° però poi dipende dall’esposizione: in ogni caso se un tetto è esistente bisogna prendere atto di quello che si ha e fare bene i conti di producibilità dell’impianto.

  • OMBREGGIAMENTI: la presenza o meno di ombreggiamenti, può fare la differenza. Anche un solo modulo che subisce l’ombreggiamento di un comignolo, di una casa vicina o di un albero farà perdere produzione a tutta la stringa a cui è collegato.

  • DIMENSIONAMENTO E CONFIGURAZIONE: questo è l’aspetto più importante che se non viene fatto da personale tecnico qualificato può pregiudicare l’intero investimento! Nel dimensionamento bisogna tener conto dei consumi attuali e di quelli futuri del cliente, della percentuale di autoconsumo che si può ottenere, delle condizioni installative e della configurazione elettrica delle stringhe. Ho visto impianti realizzati in cui nella stessa stringa sono stati messi pannelli con esposizioni diverse anche EST OVEST, causando perdite di produzione notevoli.
  • Chiaramente se ci si affida al primo venuto, che semplicemente facendo l’elettricista e salendo sui tetti ad installare qualche antenna diventa un esperto del fotovoltaico, allora si rischia di buttare veramente i propri soldi dalla finestra!!!

    Interessi bancari

     

    Se l’impianto lo si realizza con soldi propri o facendo ricorso a finanziamenti chiaramente porterà ad avere tempi di rientro diversi, e più si allunga la durata del finanziamento più la rata sarà bassa ma maggiori saranno gli interessi che dovremo rifondere alla banca o alla finanziaria di turno. Ad esempio se un impianto ti costa 10.000 € e fai un finanziamento a 10 anni, con un tasso medio del 7,5%, gli interessi ti costeranno circa 5.000€ e alla fine ti ritroverai ad aver pagato l’impianto 15.000€.

    Chiaramente questa scelta va fatta tenendo ben presente il proprio flusso di cassa, ma non si può avere tutto dalla vita.

    Manutenzione e monitoraggio

     

    Gli impianti fotovoltaici in particolare quelli ad uso domestico fortunatamente hanno bisogno di pochissima manutenzione perché non sono costituiti da materiali usuranti o da parti che vanno cambiate periodicamente. Sicuramente invece hanno tutti bisogno di un monitoraggio continuo perché se l’impianto smette di funzionare per qualunque motivo, in casa o in azienda non abbiamo alcun disagio perché non c’è niente che smette di funzionare, cambia soltanto il fatto che invece di consumare l’energia del nostro impianto la preleviamo dalla rete.

    Non è come con la caldaia che se smette di funzionare ce ne accorgiamo alla prima doccia! Quindi all’impianto fotovoltaico va associato sempre un sistema di monitoraggio che ci permette di vedere la produzione del nostro impianto comodamente dal nostro cellulare e se ci sono delle anomalie le vediamo subito

     

    A proposito di ritorno economico di un impianto fotovoltaico, vorrei proporti la storia di Leonardo.

    Leonardo Di Fabio è un mio cliente stufo di pagare bollette di luce e riscaldamento veramente pesanti. Lui in particolare ha un impianto di riscaldamento molto efficiente ma era costretto ad usare il GPL che è veramente dispendioso. Mi diceva che aveva la sensazione di buttare i propri soldi dalla finestra!!
    Per lui abbiamo studiato un intervento abbastanza corposo ovvero impianto fotovoltaico da 6kW, pompa di calore aria acqua integrato con impianto solare termico a svuotamento con accumulo da 600l.

     
     
     

    All’inizio Leonardo era un po’ scettico ma alla fine ha prevalso il suo lato pragmatico da ingegnere che lo ha portato a fare l’intervento. Poco tempo fa ci siamo incontrati per rifare il punto della situazione a distanza di 3 anni dall’installazione.

    Dopo aver controllato che tutto funzionasse correttamente Leonardo era veramente entusiasta oltre che dei benefici economici anche del maggior comfort avuto nel riscaldamento della propria casa grazie alla pompa di calore. I rimborsi da parte del GSE sono regolari e l’incentivo del conto termico per l’impianto solare termico è stato correttamente erogato. La detrazione fiscale del 50% sull’impianto fotovoltaico e del 65% sulla pompa di calore lo vede ogni anno sulla denuncia dei redditi

    L’eliminazione del costo del GPL è la cosa che ha dato maggiore soddisfazione a Leonardo! Ora si è comprato anche la cucina ad induzione e quindi ha veramente una casa GAS FREE e non teme più per la sicurezza della sua famiglia. Dal punto di vista economico quindi a conti fatti il risultato è che in 5 anni, Leonardo si rifarà del suo investimento!

    Tu che intenzioni hai?

     

    Pensaci bene e sappi che il non fare niente lascia le cose così come sono ovvero ogni mese ti ritrovi a pagare bollette sempre più care.
    Un’alternativa esiste sempre, solo se lo vuoi.

    FISSA SUBITO UN APPUNTAMENTO PER UN CHECK UP ENERGETICO GRATUITO AI SEGUENTI CONTATTI:
    http://www.ecoenergiesrl.com/contatti
    r.dancona@ecoenergiesrl.com
    Tel. 085/9067183
    Cell.3357596100

    Non c’è momento migliore, anche per piccoli Investimenti.
    >> Per tutto il 2017 ci sono Importanti Detrazioni Fiscali <<
    Ne stanno Beneficiando Praticamente tutti: dalle detrazioni fiscali del 50 e del 65% al conto termico 2.0!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *